Venerdì, 04 Marzo 2016 10:31

Una ricetta per depurarsi: cavolini di Bruxelles con pinoli e alchechengio

Avete mai sentito parlare degli alicamenti? Sono alimenti dall'altissima carica nutrizionale che hanno iniziato a diffondersi negli ultimi anni, in concomitanza con un crescente interesse per la prevenzione e la salute a tavola. L'alchechengio, piccolo prodigio peruviano, rientra a pieno titolo in questa categoria: aiutare il lavoro di fegato e reni nell'eliminare scorie e tossine dal nostro organismo.

Questo particolare piatto dalle sfumature orientali può essere accompagnato da del riso integrale o semplicemente proposto come piatto unico.

Ingredienti (per 4 persone):

- 1 confezione di cavolini di bruxelles
- 1 porro
- ½ tazza di bacche di Alchechengio
- 50g di pinoli
- Semi di nigella (facoltativo)
- Aglio in polvere
- Sale alle erbe
- Salsa di soia (shoyu)
- Olio extra vergine di oliva

Mondatiamo i cavolini di bruxelles e tagliamoli a fettine sottili. In una padella mettiamo in filo d'olio, aggiungiamo i cavolini, un pizzico di sale alle erbe e aglio in polvere, un cucchiaino di semi di nigella (facoltativo) e cuciniamo per qualche minuto.
Tagliamo a strisce verticali il porro e stufiamo in padella con un cucchiaino di shoyu e un cucchiaio d'acqua. Qualora si asciugasse, aggiungiamo un po' di acqua calda. A parte tostatiamo i pinoli.
Quando i tre ingredienti saranno pronti, uniamoli e aggiungiamo le bacche di Alchechengio tagliate a pezzettini.

Buon appetito!  


Chef Francesca di Biohaus per Pharmavegana